NewsletterLinkContatti
Italian - Italy
Home Archivi/sti in rete Le istituzioni in rete
Apice – Archivi della parola, dell’immagine e della comunicazione editoriale

Via Noto 6 - 20141 Milano
Tel. 02 50332051 / 50332053 / 50332054 - telefax: 02 50332052
[@]  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
[w] www.apice.unimi.it
Orari: lunedì - venerdì, h. 9-17 (su appuntamento)

Sono organi di Apice il Presidente (prof. Alberto Cadioli), il Direttore (dott.ssa Claudia Piergigli), il Consiglio direttivo, la Commissione scientifica.


Il Centro APICE - Archivi della Parola, dell'Immagine e della Comunicazione Editoriale - dell'Università degli Studi di Milano è nato nell'ottobre 2002 con la finalità di raccogliere, conservare e valorizzare fondi bibliografici e archivistici di particolare pregio e rarità.
Il patrimonio iniziale si è formato con l'acquisizione di biblioteche e archivi di importanti case editrici del XX secolo, da un lato, e alcune raccolte formate da collezionisti privati, dall'altro. Attraverso i suoi fondi è possibile in gran parte ricostruire la storia dell'editoria libraria e giornalistica dell'età moderna e contemporanea, così come quella di scrittori, critici, traduttori - ma anche di grafici, illustratori, tipografi, stampatori - aprendo nuovi campi di ricerca agli studiosi.
Tra le attività del Centro rientrano progetti di ordinamento e di descrizione del patrimonio bibliotecario e archivistico, la promozione e assistenza per la realizzazione di ricerche storiche, l'organizzazione di giornate di studio, seminari e convegni su temi e con materiali del Centro. Tra le iniziative si segnala anche l'avvenuta digitalizzazione di circa 80.000 immagini tratte dalle riviste del fondo Marengo, che, inserite in una banca dati, sono oggi pienamente consultabili in rete di Ateneo, mentre altre 12.000, prevalentemente caricature e illustrazioni umoristiche, sono state catalogate, indicizzate attraverso il sistema di classificazione Iconclass e inserite nell'Opac di Ateneo.


Patrimonio archivistico

Oltre all'Archivio storico dell'Università degli studi di Milano, recentemente riordinato e inventariato (cfr. L'Archivio storico dell'Università degli studi di Milano. Inventario, a cura di Stefano Twardzik, Milano, 2005), il Centro Apice raccoglie e conserva soprattutto archivi di personalità della cultura letteraria ed editoriale contemporanea. Sono conservati presso il Centro Apice i seguenti fondi:
• Antonio Porta, poeta, romanziere, funzionario editoriale, fu uno dei protagonisti della neoavanguardia poetica del secondo dopoguerra contribuendo a fondare il "gruppo 63" e le riviste Malebolge, Quindici, Alfabeta.
• Gabriele Mucchi, pittore, architetto e designer, tra gli esponenti di "Corrente" e del movimento realista.
• Gina Lagorio, scrittrice, narratrice e saggista.
• Alberto Vigevani, scrittore ed editore milanese.
• Valentino Bompiani, scrittore ed editore.
• Giosuè Bonfanti, letterato.
• Casa editrice Riccardo Ricciardi.
• Casa editrice Scheiwiller.


Patrimonio librario

Attualmente APICE - che può già vantare una biblioteca di circa 60.000 volumi - possiede, oltre ai fondi archivistici sotto indicati, le seguenti collezioni bibliografiche:
• Emilio Alfieri, primo nucleo di rari volumi a stampa attinenti soprattutto la medicina, intorno al quale si è costituito il Centro APICE.
• Sonzogno: circoscritto ad alcuni volumi delle principali collane della casa editrice (Biblioteca del Popolo e Biblioteca Universale), offre anche alcune edizioni di lusso, di gusto tipicamente tardo ottocentesco.
• Marengo, con 530 titoli di periodici illustrati italiani e stranieri, del XIX e del XX secolo.
• Rapisarda, una raccolta di circa 1000 ex libris dal XVIII al XX secolo.
• Sergio Reggi, considerato una delle più importanti raccolte bibliografiche sul '900 italiano, comprendente un'ampia sezione di materiali futuristi (manifesti, opuscoli, libri), oltre 1700 prime edizioni di opere della letteratura italiana del Novecento, e un'ampia sezione (oltre 2000 titoli) di libri illustrati per l'infanzia.
• Valentino Bompiani, biblioteca personale dell'editore con la raccolta pressoché completa delle edizioni dal 1929 al 1999.
• Antonio Porta, biblioteca personale del poeta e letterato.
• Gabriele Mucchi, biblioteca personale del pittore.


Consulta i fondi del Centro APICE in Archivi del Novecento